Telecamere condominio privacy

Telecamere condominio privacy 4.80/5 (96.00%) 3 voti

Il costante crescere del numero di furti in appartamento, di tentativi di effrazione di portoni all’interno di un condominio; hanno indotto gli abitanti degli stessi a dotarsi sempre più spesso di sistemi di videosorveglianza.
Questi sono costituiti da una centralina che rappresenta e costituisce il vero cervello dell’impianto, e da una serie di telecamere che verranno dislocate nei vari punti dell’area condominiale, valutate più importanti da chi lo realizza.
Le telecamere possono essere installate da un tecnico ma anche in modalità fai da te.
Questo a testimonianza che tale operazione non è molto difficoltosa, tanto che può essere effettuata anche da un condomino.
Per farlo è sempre bene chiedere qualche consiglio ad un parente o amico, che magari ha già effettuato questa operazione. In alternativa si può chiedere una piccola consulenza al rivenditore al quale vi rivolgerete, per effettuare l’acquisto delle telecamere che costituiranno il sistema di videosorveglianza, o di tutti gli elementi necessari per comporlo.
Attualmente sono disponibili anche dei siti specializzati, dove si possono trovare le telecamere, con schede tecniche annesse e schemi illustrati che risultano sempre essere utili.
Ovviamente in un sistema di videosorveglianza costitutio dalla presenza di telecamere, poste all’interno di un’area condominiale, sorge un problema relativo alla privacy delle persone, che per un qualsiasi motivo gravitano anche solo occasionalmente all’interno della stessa.
A questo proposito esistono delle leggi ben specifiche, che prevedono l’installazione di un sistema di videosorveglianza condominiale, dopo che la stessa installazione è stata approvata dalla maggioranza dei condomini a margine di una riunione condominiale, che con un verbale né decreta ed ufficializza la sua installazione.
Le televamere potranno essere installate in aree condominiali comuni e, dovranno essere collegate ad il sistema operativo delle forze dell’ordine. Dovrà essere posto anche un apposito cartello, per mettere a conoscenza le persone della presenza di telecamere e di un dispositivo di videosorveglianza.
Le registrazioni effettuate dalle telecamere potranno essere relative alle 24-48 ore precedenti e, potranno essere visionate solo da persone autorizzate.
Le telecamere all’interno di un condominio non devono rispettare le regole dettate della privacy, qualora vengano poste in aree private come ad esempio l’ingresso del proprio appartamento o del garage di proprietà.
Per realizzare un impianto di videosorveglianza con telecamere che rispettino la privacy, potrete utilizzare la tecnologia che meglio credi possa essere alla tua portata. Si puo utilizzare il classico metodo con l’utilizzo di cavi elettrici, o quello che non prevede nessun cablaggio ossia il metodo senza fili denominato wireless.
Le telecamere posizionate potranno essere fisse o mobili a seconda delle esigenze del condominio che intende installarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *