Marche

Marche 4.50/5 (90.00%) 8 voti

Il panorama europeo dei produttori di antifurto per la casa è dominato da quattro o cinque marche che si dividono la maggiorparte del mercato. Tralasciando per il momento i prodotti economici, faremo nel proseguo dell’ articolo un discorso a parte per gli allarmi cinesi, concentriamoci su quelli semi o professionali.

Il gruppo francese-tedesco Hager controlla 3 marchi: Logisty, Diagral e recentemente ha acquisito dall’italiana Atral, Daitem. Proprio con quest’ ultima vogliamo partire.

marche antifurti casa

Daitem rappresenta il top della gamma per quel che riguarda gli antifurti per la casa, ed il prezzo infatti si fa sentire. Il kit DC377-21I che comprende una Centralina, 1 Rivelatore volumetrico, 4 Trasmettitori per contatti ed una Sirena da esterno costa circa 1500 euro da listino. La centralina DC330-21I con combinatore Gsm viene circa 1100 euro. Una bella spesa, ma, come detto Daitem si pone molto in alto come qualità di prodotto.

Subito dopo troviamo un trittico di marche: come detto Logisty e Diagral e Tecnoalarm. Quest’ultima ha base a Torino, abbastanza famosa dopo gli ultimi spot televisivi con un noto comico, produce componenti per allarmi molto validi. Il cavallo di battaglia è la centralina TP4-20 GSM con combinatore telefonico gsm che controlla fino a 20 ingressi sia cablati che wireless.

Logisty copre tutta la componentistica che riguarda gli impianti di allarme: ci sono sensori, barriere Rf esterne, telecomandi, centraline, sirene, commutatori ma anche prodotti per la sicurezza come rilevatori di calore e fumo.

Diagral è un pochino più economica: in catalogo c’è un kit composto da centralina, due sensori di movimento, due contatti magnetici, telecomando e combinatore a 716 euro.

Sullo stesso piano delle ultime 3, un pelino superiore a Diagral, poniamo anche Rokonet del gruppo Risco. In catalogo c’è il kit Agility 3 in cui è presente la centralina ed un sensore Pir con telecamera incorporata. Possiamo controllare via Internet in tempo reale con la telesorveglianza. Prezzo di circa 700 euro.

Gli antifurti per la casa cinesi

tutti i produttori si rivolgono alla manifattura cinese per la realizzazione dei componenti. Anche Apple fa produrre i suoi smartphone e Tablet in Cina, non per questo possiamo affermare che non si tratti di prodotti di qualità. Non ce la sentiamo di demonizzare un allarme solo perchè è made in Cina. E’ chiaro che però bisogna fare delle distinzioni. Un distributore di fama europeo ci mette il suo marchio che è simbolo di qualità e garanzia. Testa il prodotto, offre assistenza. Gli installatori di sicuro si fidano di più.

Se la nostra esigenza è quella di scoraggiare eventuali malfattori, tenere lontani ladri improvvisati, possiamo anche orientarci su questi prodotti, ma attenzione: un antifurto che invia di continuo falsi allarmi, è un antifurto inservibile.

Marche di antifurto per la casa fascia economica: Gbc, Leroy Merlin.

  1. Altra marca che produce sistemi di allarme è […]. In catalogo ha sia centraline che componenti singoli come sensori, combinatori, rilevatori perimetrali interni ed esterni.

    • E’ vero, c’è anche l’azienda […] che dal 1975 opera nel settore dell’ impiantistica per allarmi, ma produce anche sistemi anti incendio e distribuisce le telecamere di video sorveglianza della tedesca […].

  2. […], ottimo prodotto completamente fatto in Italia e molto affidabile, installiamo solo […]e non abbiamo problemi. Confermo anche l’affidabilità della […] per la videosorveglianza. Francamente però con […] stiamo su altri livelli rispetto ai sopramenzionati.

    • Caro Luigi, la tua mi puzza un po’ di pubblicità occulta, ribadiamo quanto detto nell’ articolo, buon prodotto […] ma non al top.

  3. Il gruppo […] è israeliano giusto? Me ne hanno parlato bene, a quel prezzo può essere una buona scelta o è meglio puntare su altro?

        • […] si mantiene sullo standard…io metterei tutti sullo stesso piano […], […], […], […]..se vuoi il top c’è […] ma i prezzi si fanno sentire

          • Immagino… io in realtà ti chiedevo di […] perchè chi me ne ha parlato bene è un mio amico che li installa, però mi piaceva sentire anche qualche parere sul web 🙂

            […] costa tanto di più giusto? Come faccio a valutae la convenienza?

          • […] è ottima così come lo è […], […], […], […]. Sopra tutti come detto mettiamo […], per il resto scegli tu in base all’ installatore. Se il tuo tecnico ha prodotti […] e ti da’ fiducia affidati a lui e vai tranquillo.

  4. salve e grazie per i consigli. mi hanno proposto […] e […](o […] non ho capito come si scrive). cosa ne pensate?
    devo proteggere la mia villetta con 9 finestre, 1 portone e giardino.
    grazie mille del tempo dedicato

  5. Chiedevo info su […] perché un amico istallatore me ne ha parlato bene ma un 2° installatore mi diceva che non era un granché sono nel pallone tra tutte queste marche sos cosa scelgo

  6. Ciao ragazzi, io ho imparato che non c’è bisogno di comprare necessariamente un determinato marchio o spendere un patrimonio per munirsi di un buon impianto d’allarme. Per una abitazione comune ma anche per proteggere una bottega, un negozio è sufficiente acquistare un kit di allarme anche di quelli preconfigurati. Consiglio perchè provato di persona.

    • Ciao a tutti. Diversi installatori consigliano e montano proprio questo tipo di kit, quale miglior test se non quello di un professionista?
      Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *