Telecomandi e Controlli Remoti

Vota il post

Il modo più efficace per controllare il proprio impianto di antifurto è quello di farlo attraverso la tastiera della centralina. Si inserisce il codice di accesso e si può fare quello che si vuole. Alcuni impianti sono dotati anche di telecomando per il controllo a distanza, mentre centraline più sofisticate permettono il controllo biometrico tramite impronta digitale o tramite tecnologia RFID (radio frequency Identification). In quest’ultimo caso si tratta di una chiave dotata di un “tag” che dialoga con il lettore presente nella centrale.

controllo remoto allarme

 

Controllo dell’ Antifurto via Internet

alcune centraline permettono di essere “comandate” a distanza via web. Sebbene i protocolli di sicurezza sono molto alti, c’è sempre il rischio che qualcuno possa accedere e disabilitare il sistema di allarme. E’ una porta, anche se ben protetta, ma ci esponiamo comunque agli attacchi, soprattutto informatici.

C’è ad esempio questo modello di centralina della BTicino che collegandosi ad internet invia una mail in caso di allarme. Con il portale My Home si può anche interagire spegnendo le luci della casa, abbassare o alzare la temperatura dei riscaldamenti. Ovviamente abbiamo bisogno di altri componenti che debbono essere installati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *