Se suona l’allarme del vicino cosa fare?

se suona l'allarme del vicino cosa fare
Se suona l’allarme del vicino cosa fare? 4.70/5 (94.00%) 9 voti

Se suona l’allarme del vicino cosa fare? A volte può essere davvero fastidioso avere a che fare con la sirena del sistema di sicurezza di una casa vicina che suona anche per un falso allarme in qualsiasi occasione. Spesso questo fatto si verifica di notte, turbando la quiete di chi risiede nelle vicinanze. A questo proposito non tutti sanno che si rischia veramente grosso, perché, se non esiste una ragione reale per cui suona l’allarme, si può incorrere anche in un vero e proprio reato e si può essere condannati per disturbo della quiete pubblica.

Le sanzioni per il disturbo alla quiete pubblica

Può capitare che l’allarme appositamente installato per segnalare le intrusioni in casa o per proteggere uno spazio esterno attorno all’abitazione suoni inavvertitamente, magari per il vento o per il passaggio di un animale.

Il meccanismo di allerta, se ci sono le condizioni per attivarsi, può scattare a vuoto creando un certo disagio per i vicini. Spesso il problema dei falsi allarmi che fanno scattare la sirena di un sistema di sicurezza può dare luogo a dei contenziosi fra vicini di casa.

Per questo ci sono alcuni regolamenti comunali che fissano dei termini di durata di tollerabilità. Se si superano una certa soglia, può scattare la multa.

In realtà il compito del proprietario dell’abitazione presso la quale suona l’allarme sarebbe quello di intervenire il più presto possibile, spegnendo la sirena. Altrimenti si può essere sanzionati per il disturbo della quiete pubblica.

I riferimenti normativi e le sanzioni

Il riferimento normativo principale che si deve tenere in considerazione nel caso in cui suona l’allarme del vicino è rappresentato dall’articolo 659 del Codice Penale. Questo articolo stabilisce che deve essere punito con apposite sanzioni chi emette rumori, suoni o segnalazioni acustiche, disturbando l’attività o il riposo delle persone.

La sanzione può consistere in una multa fino a 309 euro e si rischia pure l’arresto per una durata di tre mesi. Il problema non è affatto irrilevante e non può essere sottovalutato, perché costituisce una situazione che si verifica molto spesso.

Ecco perché è sempre importante scegliere un buon antifurto di qualità, che, con le soluzioni tecnologiche innovative, eviti il più possibile il presentarsi di falsi allarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *