Proteggere la casa al mare

Proteggere la casa al mare 4.80/5 (96.00%) 5 voti

Buonasera,

Vi scrivo perché di recente si è verificato un incremento di furti in abitazione anche nel villaggio in cui da qualche anno abbiamo acquistato una casetta al mare con un bellissimo giardino.

Dovendola lasciare incustodita durante i lunghi mesi invernali, mi chiedevo quale tipo di impianto di allarme fosse preferibile installare per ottenere un decente livello di protezione.

Ho letto da qualche parte che esistono sensori da interrare che addirittura rilevano il calpestio di un area.

Cosa mi consigliereste oltre, naturalmente ai vari sensori che tutti conosciamo?

Grazie mille.

Ada.

 

Ciao Ada, complimenti  per la lucidità con cui affronti l’argomento sicurezza.

Innanzi tutto devo farti presente che se la tua casa non è già predisposta al passaggio di cavi (che ti farebbero risparmiare un pochino) dovrai valutare un impianto d’allarme di tipo wireless, cioè senza fili.

Le porte e le finestre vanno sicuramente tutelate attraverso sensori a tendina  e barriere anti intrusione non sottovalutando però la necessità di garantire  la sicurezza degli ambienti interni con più sensori volumetrici.

Ottima infine l’intuizione relativa ai sensori  da interrare, facendo però molta attenzione anche in questo caso alla qualità dell’installazione che, da sola,  conta più dell’impianto.

A presto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *