L’antifurto scatta da solo quando lo inserisco

L’antifurto scatta da solo quando lo inserisco 4.70/5 (94.00%) 7 voti

Domanda:

Buon pomeriggio,

mi chiamo Loreto e con questa mail chiedo il tuo aiuto per risolvere un problema: qualche anno fa all’interno della mia abitazione, ho installato un kit di antifurto con un unico sensore. Il guaio però è che da un po’ di tempo a questa parte il mio sistema di allarme scatta da solo nel momento in cui lo inserisco! Mi tocca premettere, e so bene che non si fa, che non cambio le pile da circa quattro anni… secondo te il problema potrebbe riguardare questa mancanza, ovvero il fatto che la batteria, non possedendo più la tensione che aveva all’inizio, nel momento in cui armo l’antifurto quest’ultimo dopo un po’ scatta? Oppure si tratta di tutt’altro? Attendo di sapere cosa ne pensi, nel frattempo ti ringrazio per tutto e ti saluto.

Loreto da Torino

Risposta:

Buon pomeriggio Loreto,

allora, nell’ambito di un sistema di antifurto via cavo (quindi filare), le batterie della centralina e della sirena subentrano soltanto nel momento in cui la corrente elettrica viene a mancare per qualche motivo. Se nel tuo caso si tratta di un sistema di antifurto completamente cablato, il fatto che parta da solo dopo che lo inserisci non può quindi dipendere dalla batteria scarica. Naturalmente, e mi rivolgo a tutti i miei lettori, le batterie vanno comunque sostituite con regolarità, poiché qualunque sistema di allarme pubblico o domestico (sia nella versione filare che in quella wireless), presenta al suo interno delle pile la cui carica è indispensabile per un adeguato e duraturo funzionamento nel tempo dell’impianto di sicurezza. Per tale ragione è indispensabile controllare l’andamento delle batterie per essere sicuri di avere un sistema di allarme operativo, funzionale ed efficiente.

Detto questo, per quanto riguarda la problematica che tu riscontri, secondo me dovresti provare a cercare la causa nel sensore d’allarme che con molta probabilità è difettoso, o ancora nel collegamento che sussiste fra il sensore e centralina, poiché per esempio potrebbero esserci dei cavi lenti o posizionati in modo scorretto sui morsetti in corrispondenza della centralina o sui morsetti del rilevatore stesso, o potrebbe trattarsi perfino di un cavo interrotto. Per stare più tranquillo e provare a capire se il problema nasce dal sensore, ti consiglio di fare la seguente prova: togli temporaneamente il collegamento del sensore dalla centralina e rimpiazzalo con un piccolo pezzo di filo che dovrai posizionare fra la Z1 (ossia la zona d’allarme 1) e il GND (conosciuto anche come massa). In questa maniera potrai chiudere la zona facendo finta che il sensore non riceve allarmi.

Se il sistema di antifurto continua a scattare nel momento in cui lo inserisci anche con queste nuove condizioni, significa che la centralina, quasi sicuramente, è partita. Se al contrario tutto fila liscio, vuol dire che sei riuscito ad individuare la causa del problema, che quindi sta in capo al sensore o ai collegamenti con la centralina come ti ho scritto sopra. Fammi sapere come andrà dopo questa prova, un saluto e tanti auguri per il tuo sistema di antifurto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *