Crearsi un buon impianto d’allarme a buon prezzo

Crearsi un buon impianto d’allarme a buon prezzo 4.60/5 (92.00%) 2 voti

Eccomi,  mi chiamo Fabio e da poco ho avuto la brillante idea di comprare la seconda casa in campagna.

Come immaginabile questa oltre ad essere in leggera pendenza è anche piuttosto isolata.

Per questa ragione, sentendo la necessità di proteggerla adeguatamente con un buon sistema di allarme, ho percorso il web in lungo e in largo ipotizzando una soluzione che vorrei condividere con voi.

In pratica, vorrei installare sensori  perimetrali alle due porte basculanti, al portoncino d’ingresso e alle cinque finestre  tra il piano seminterrato e il piano terra e mi chiedevo se sarebbe stato estendere il livello di protezione anche al primo piano o secondo voi è superfluo?

Inoltre,  il sensore in parola rileverebbe  solo l’apertura o anche la rottura del vetro?

Per la sirena,  quale devo installare?

 

Ciao Fabio, grazie per averci scritto.

Cominciamo con calma,  secondo noi l’adozione delle barriere infrarosso è abbastanza percorribile in quanto attualmente ve ne sono in giro con puntamento laser, utilizzabili quindi anche in pendenza.

Non trascurare la protezione del primo piano, per il quale potresti adottare sensori magnetici, congiuntamente a sensori volumetrici in ciascuna camera.

Discorso analogo vale per le sirene che, sicuramente da un punto di vista estetico costituiscono un deterrente, ma  non prescinderei dall’affiancare l’uso di una vera che desti l’attenzione dei vicini o dei passanti.

Un saluto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *