Cosa fare quando combinatore GSM non prende

Cosa fare quando combinatore GSM non prende 4.60/5 (92.00%) 4 voti

Domanda:

Buon pomeriggio,

mi chiamo Domenico e ti scrivo per chiederti che cosa bisogna fare quando il combinatore telefonico GSM per l’avviso di chiamata in caso d’allarme non prende… Grazie tante per l’attenzione e per l’aiuto che mi darai!

Un saluto

Domenico da Verona

Risposta:

Buon pomeriggio Domenico,

Quando si verificano dei tentativi di intrusione da parte di ladri e malfattori ai danni di edifici pubblici o privati, l’avviso di chiamata del sistema di allarme rappresenta un importantissimo aiuto, grazie al quale il proprietario può interporsi rapidamente per evitare il furto, contrastare l’effrazione e tutelare i propri familiari ed averi. Tutto questo si realizza grazie all’installazione del combinatore telefonico. Oggigiorno il combinatore GSM rappresenta la soluzione più diffusa e innovativa rispetto ai tradizionali combinatori telefonici collegati alla classica linea telefonica fissa PSTN. Il combinatore GSM, difatti, grazie alla presenza di una scheda sim prepagata, rappresentano la soluzione più sicura, in quanto risultano molto meno soggetti agli eventuali tentativi di violazione e manomissione. Il combinatore telefonico GSM è integrato alla centralina, per cui non va acquistato a parte.

Detto ciò, entrando nel merito del tuo problema specifico, nonostante tutti i vantaggi appena elencati può capitare che nell’ambito dell’impianto di antifurto, il combinatore telefonico GSM (Global System Mobile: sistema di telefonia cellulare che si contraddistingue per l’uso diffuso della tecnologia digitale), proprio come avviene con i telefoni cellulari, non abbia un campo buono con conseguenti problemi di ricezione. In questi casi vediamo quali sono le alternative per risolvere la cosa. Prima di tutto bisogna verificare se la problematica è in capo all’operatore telefonico o se invece riguarda la zona dell’abitazione nella quale è stato installato il combinatore. In alcuni casi, per esempio, potrebbe bastare la presenza di un muro di cemento o di pietra per frenare ed arrestare il segnale GSM.

Pertanto, come altra cosa da fare, possiamo prendere il nostro telefonino e cominciare a girare per l’appartamento con lo scopo di capire in quale area riusciamo a trovare un buon campo. Se non dovessimo trovarlo, possiamo tentare di realizzare la stessa identica cosa con i diversi operatori telefonici disponibili come Vodafone, Tim o Wind. Se invece dovessimo capire che il problema riguarda il posizionamento del combinatore telefonico, una alternativa a dislocare fisicamente il dispositivo è quella di dotarsi di una prolunga per antenna. Occhio però a non acquistare una prolunga eccessivamente lunga (meglio se non supera i cinque metri), poiché si rischia di incorrere nella perdita dei decibel.

Detto ciò, se non si riuscisse a trovare una soluzione con le ipotesi appena descritte, possiamo pensare all’idea di installare un’antenna all’esterno che sia in grado di captare ed amplificare il segnale GSM (bisogna fare attenzione però che tale antenna presuppone un costo abbastanza alto). Infine, come ultima soluzione alternativa, possiamo puntare su un combinatore telefonico con rete fissa, poiché risulta sempre la scelta migliore avere nella manica questo tipo opzione, anziché avere un combinatore telefonico GSM con una linea ballerina ed inaffidabile. Un saluto e tanti auguri per il tuo sistema d’allarme!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *