Come collegare l’allarme alle forze dell’ordine

collegare l'allarme alle forze dell'ordine
Come collegare l’allarme alle forze dell’ordine 4.40/5 (88.00%) 6 voti

Collegare l’allarme alle forze dell’ordine potrebbe essere la scelta più giusta per proteggere adeguatamente la nostra casa. Infatti in caso di furto è importante intervenire immediatamente. L’intervento tempestivo è la soluzione migliore per riuscire a gestire la situazione in condizioni di pericolo. Con un allarme collegato alle forze dell’ordine, ai Carabinieri o alla Polizia, si hanno sicuramente più possibilità di evitare il rischio e di eludere i falsi allarmi, grazie al fatto che le immagini e l’audio all’interno dell’immobile possono essere verificati in tempo reale.

Come funziona l’allarme collegato alle forze dell’ordine

Perché un allarme possa essere collegato ai Carabinieri o alla Polizia e in modo che le forze dell’ordine possano intervenire, deve essere dotato di combinatore telefonico. Ma come funziona tutto il sistema di allarme di questo tipo?

Il combinatore telefonico è una componente in grado di effettuare chiamate a numeri preregistrati. I numeri vengono chiamati quando scatta l’allarme. Per poter collegare il sistema antifurto alle forze dell’ordine, bisogna ottenere un permesso, un’autorizzazione che viene rilasciata in seguito alla presentazione di alcuni documenti.

Tuttavia il permesso può essere revocato in qualsiasi momento, soprattutto nelle situazioni in cui si verificano diverse chiamate per falsi allarmi. Anzi in casi particolarmente gravi si possono avere anche delle sanzioni per procurato falso allarme, come stabilito dal Codice Penale.

Quindi bisogna prestare molta attenzione a gestire bene l’impianto con combinatore telefonico e con collegamento alle forze dell’ordine.

I vantaggi del collegamento del sistema di allarme

Il fatto che il combinatore telefonico intervenga immediatamente, quando scatta l’allarme, per chiamare i numeri di emergenza prefissati, è sicuramente un vantaggio, perché le forze dell’ordine possono intervenire quando si verifica un’intrusione in casa.

L’intervento tempestivo è molto importante, perché la centrale operativa può intervenire subito e a volte c’è la possibilità di collegare il tutto anche con l’opportunità che intervengano delle guardie giurate, sempre per mezzo della gestione da parte di una centrale operativa. A volte proprio l’intervento immediato serve a sventare il furto.

Come abbiamo detto, però, bisogna fare molta attenzione, perché si devono evitare assolutamente falsi allarmi che possono accadere anche per le batterie scariche o per un disturbo elettromagnetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *