Ascolto ambientale da remoto

Ascolto ambientale da remoto 4.30/5 (86.00%) 4 voti

Salve,

mi chiamo Salvatore, ti seguo spesso e questa volta ho deciso di contattarti per chiederti un buon consiglio, visto che tra poco andrò a vivere in un’abitazione situata al primo piano di un palazzo condominiale. Si tratta di un appartamento abbastanza vasto cinto da un lungo balcone sul quale si affaccia la totalità delle finestre e delle porte finestre. Per proteggerlo stavo pensando di acquistare una centrale d’allarme senza fili alla quale collegare otto sensori da applicare su tutte le aperture della casa. La centralina ha una sirena d’antifurto ed un combinatore telefonico, e mi consente di ascoltare cosa succede all’interno della mia abitazione. Credi che come tipo di sicurezza possa essere sufficiente o dovrei pensare anche a qualcos’altro? Inoltre, secondo te, la soluzione che ti ho presentato mi permetterebbe di parzializzare le zone della casa? Ti ringrazio in anticipo per la la disponibilità e per la risposta che mi darai!

Un saluto

Salvatore

Risposta:

Salve Salvatore,

secondo me si tratta di un’eccellente scelta quella di mettere in sicurezza tutte le aperture della casa, data la peculiare conformazione della stessa. Detto questo, vorrei capire meglio a quale tipo di sensore ti riferisci per la protezione della aperture prima di poter rispondere se si può fare la parzializzazione oppure no. Ad ogni modo, se scegli di installare dei sensori con lente a tenda o delle barriere a stilo a infrarosso sugli infissi, allora potrai effettuare la parzializzazione e, volendo, dormire anche con le finestre aperte specialmente durante i mesi estivi. Se invece nella mail fai riferimento ai contatti magnetici d’apertura, allora non ti sarà possibile parzializzare. In tutti e due i casi ti suggerisco comunque di dotarti di sensori volumetrici per la protezione dell’ambiente interno, la spesa del materiale è contenuta ma i benefici in termini di sicurezza sono davvero tanti.

Va bene anche quanto mi riferisci sulla sirena d’antifurto e sul combinatore telefonico per l’avviso di chiamata in caso d’allarme, ma ho dei dubbi sul discorso che fai riguardo l’ascolto ambientale da remoto. Di solito la centralina d’allarme andrebbe installata in un punto di difficile accesso da parte di eventuali intrusi, mi viene in mente per farti un esempio uno sgabuzzino o un sottoscala, e visto che il microfono viene posizionato sul bordo della centralina, non capisco che rumori pensi di riuscire a sentire data la posizione. Ovviamente, se decidi di installarla in un punto di passaggio, ti avverto che con molte probabilità sarà oggetto della manomissione da parte di ladri e malintenzionati, andando a compromettere anche la funzione del combinatore telefonico. Detto questo ti suggerisco, se davvero necessiti dell’ascolto ambientale da remoto, di acquistare ed installare un microfono autonomo in un locale di passaggio o di sicuro attacco, in modo tale da sfruttarne l’omni-direzionalità.

Spero di averti risposto in modo chiaro e sufficientemente esaustivo, fammi sapere i risvolti sono curioso! E per qualunque altra domanda o richiesta di chiarimento su ciò che ti ho esposto, non farti problemi a scrivermi ancora, mi trovi qui! Un saluto e a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *