Allarmi wireless

Allarmi wireless 4.00/5 (80.00%) 5 voti

Buongiorno,

mi chiamo Federico e mi piacerebbe proteggere la mia abitazione, una villa a schiera, tramite l’installazione di un sistema d’allarme senza fili, ma sono un po’ confuso per alcuni aspetti tecnici. Vorrei installare nove sensori wireless da posizionare sugli accessi per rilevare le aperture ma anche le vibrazioni. In più necessito di due paia di sensori wireless da esterno in grado di intercettare gli eventuali ladri prima che siano ormai troppo vicini all’abitazione. La centralina d’antifurto senza fili deve avere un commutatore telefonico GSM e prevedere sia l’anti jammer che l’antirapina; inoltre vorrei che fosse espandibile, poiché in futuro vorrei avere la possibilità di aggiungere dei sensori anti allagamento e anti fumo. A tal proposito ti chiedo se ce ne sono di programmabili e gestibili via Smartphone. Il tutto dovrebbe essere integrabile con delle telecamere di videosorveglianza interne e con un Digital Video Recorder predisposto per 8 ingressi, così da poter controllare i tre piani della casa. Secondo il tuo parere, può andare bene un sistema del genere? hai anche dei consigli su come migliorarlo? Grazie mille per l’attenzione!

Un saluto

Federico

Buongiorno Federico,

Ti rispondo andando per ordine: i contatti magnetici d’apertura e quelli di vibrazione sono elementi facili da reperire nella versione senza fili che tu desideri, e sono anche poco dispendiosi; sono forniti di tamper anti manomissione e la sola accortezza che devi avere è in fase di installazione, nel momento in cui dovrai collegare due fili dell’allarme e due del tamper.

Per quanto riguarda l’esterno, ti consiglio le barriere, le barrierine a stilo o i sensori a tenda; il tutto è da valutare, ovviamente, a seconda delle tue necessità di sicurezza ed alle possibilità di installazione. Per esempio, le barriere sono ideali per proteggere gli ambienti privi di ostacoli, come lo sono ad esempio i balconi; le barrierine a stilo sono adatte per proteggere le finestre o le porte finestre, specialmente perché gradevoli a livello estetico. I sensori a tenda risultano più flessibili, ma si necessita di più sensori per coprire un’intera facciata. Ad ogni modo, tutti e tre i prodotti sono validi e consentono la parzializzazione anche quando sei all’interno dell’abitazione.

Per ciò che concerne la centrale con allarme wireless nessun problema, poiché in commercio ce ne sono di grandi e con combinatore telefonico GSM integrato; la funzione anti rapina puoi acquisirla collegando un ingresso della centralina ad un pulsante, un radio comando o qualunque altra cosa tu ritenga adatta per conseguire l’obiettivo. È vero che le centrali possono essere programmate e gestite anche tramite Smartphone, ma ciò dipende dalle applicazioni previste e quindi dall’azienda che costruisce.

Riguardo le telecamere di videosorveglianza, ti posso dire che l’unica integrazione possibile sia l’utilizzo di telecamere senza fili allarmate in grado di comunicare con la centralina d’allarme. Per poter realizzare un sistema di questo tipo, necessiti di telecamere che basano il loro funzionamento sulla tecnologia denominata motion detection; a tal proposito ti consiglio di utilizzare modelli day and night per ovviare alla mancanza di luminosità che potrebbe provocare problematiche nella rilevazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *