Malfunzionamenti sensori PIR

Malfunzionamenti sensori PIR 4.00/5 (80.00%) 3 voti

Salve,

Sento, con piacere, l’onere di complimentarmi con voi per la qualità dei servizi sui sistemi d’allarme, sempre semplici e precisi, perfetti per i neofiti come me alle prime esperienze!

Mi rivolgo a voi in quanto circa due anni fa ho montato un impianto antifurto wireless, dotandolo,  all’esterno, di  due sensori doppio PIR passivi, uno completamente allo scoperto  in giardino e , l’altro sotto il portico.

Entrambi dotati della funzione “pet friendly” al fine  evitare che gli animali domestici  in giardino generassero falsi allarmi, ma non è stato sufficiente.

Infatti, puntualmente, con l’arrivo della bella stagione, si verificano puntualmente fastidiosissimi falsi allarmi.

Come devo agire?

Grazie

Diego

 

Caro Diego,

leggo con molta attenzione quello che ci segnali a proposito di malfunzionamenti dei sensori d’allarme dotati di  tecnologia pet-friendly collegati al tuo impianto di allarme,  soprattutto con il sopraggiungere della bella stagione.

Questo, mi induce infatti a ritenere  la possibilità che tali anomalie derivino  proprio dalla diversa inclinazione dei raggi solari,   rispetto alle lenti di ciascun sensore d’allarme che, in questo caso, generano falsi imput per la centrale di allarme e compromettono la sicurezza perimetrale dell’abitazione.

Consiglio, pertanto, al fine di implementare il livello di efficienza del tuo impianto di allarme  (nella funzione di protezione della parte esterna della tua casa),  di spostare i sensori con tecnologia pet-friendly ,  modificandone  opportunamente l’inclinazione della lente rispetto ai raggi solari durante il periodo primavera/estate, non escludendo l’eventuale necessità di  variarne la sensibilità di innesco (argomento rispetto al quale, se necessario, tornerai a scrivermi a sarò felice di esserti nuovamente utile)

  1. Devi fare dei tentativi di riposizionamento.. oppure cambiare la tua attuale configurazione esterna.
    Puoi anche pensare di aggiornare il tuo impianto, magari la casa madre ha introdotto nuovi prodotti più all’avanguardia. Prova a sentire cosa ti dicono.
    Ciao ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *