Falsi allarmi e sensori a tripla tecnologia

Falsi allarmi e sensori a tripla tecnologia 4.30/5 (86.00%) 2 voti

Buon pomeriggio,

mi chiamo Roberto e ti premetto subito che non sono un installatore professionista, ma sono un tipo molto pratico e mi sono sempre dilettato in questo settore. Mi sono occupato dell’installazione di diversi sistemi di sicurezza, fra cui il mio, dotato di tre sensori a tripla tecnologia a tenda installati a filo muro: il primo monitora una porta ed una finestra, è centrato dai raggi del sole di mattina e non sono presenti piante nei dintorni; il secondo controlla quattro finestre, è centrato dai raggi solari nelle ore pomeridiane e l’area di fronte è libera; il terzo sensore controlla due finestre e nello spazio di fronte c’è una siepe.

Durante i primi mesi non ho riscontrato alcuna problematica, ma con l’arrivo dell’estate e del caldo i tre rilevatori hanno cominciato a causare la manifestazione di ripetuti falsi allarmi. In un primo momento ho pensato che, per via del calore, la compensazione del PIR dei rilevatori aumentasse l’assorbimento e, visto che la centralina d’allarme è prossima al limite d’erogazione della corrente, il crollo di tensione portasse alla caduta del relè; ma dopo aver misurato la tensione ho visto che non si tratta di questo.. non penso si tratti nemmeno della centralina, in quanto chiudendo le due linee con una resistenza di terminazione per poter utilizzare il sistema, non ho riscontrato nuovi eventi.

A questo punto penso che i falsi allarmi siano accidentali, o per lo meno non legati all’andamento della luce solare. Tu che idea ti sei fatto al riguardo? Mi viene in mente che potrebbe entrarci qualcosa l’antimasking con tamper e contatto d’allarme NC? Aspetto di conoscere la tua opinione in merito, grazie infinite per l’attenzione!

Un saluto

Roberto

Salve Roberto,

sinceramente parlando devo dirti che il tuo è un problema da non sottovalutare, poiché i falsi allarmi causati da sensori a tripla tecnologia con doppia microonda e doppio infrarosso passivo, non legati all’andamento della luce solare sono davvero rari. La criticità che riscontri potrebbe essere legata all’innalzamento delle temperature, ma non ci troviamo ancora in piena estate! Pertanto, se fosse questa la causa, nei periodi ancora più caldi potrebbero manifestarsi molti più casi di falso allarme. È una situazione in cui è difficile fare ipotesi, ma credo tu debba controllare se esistono delle casistiche legate ad un più alto assorbimento di corrente a riposo successivo alla funzione di compensazione, oppure se esiste qualche cosa che potrebbe provocare l’apertura del contatto.

Sicuramente il fatto che la centralina d’allarme sia impiccata (come si usa dire in gergo) con l’alimentazione, non è affatto di aiuto! Per questa ragione secondo me il problema potrebbe riferirsi proprio all’alimentazione. Nel frattempo prova a separare l’anti-mascheramento dalla linea d’allarme lasciandolo in serie col tamper, per poi aggiungere un’alimentazione integrativa. Se anche in questo modo continua a verificarsi il fenomeno dei falsi allarmi, almeno hai ristretto il campo delle congetture al solo fattore della rilevazione. Spero di essere stato un valido aiuto, per qualsiasi cosa torna a scrivermi! E tienimi aggiornato sulla situazione! Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *