Falsi allarmi antifurto

Falsi allarmi antifurto 4.60/5 (92.00%) 4 voti

I falsi allarmi antifurto sono uno dei motivi di preoccupazione più comuni per tutte le persone che intendono installare un antifurto nella propria abitazione.

A parte che non è mai gradevole svegliarsi di soprassalto nel cuore della notte perché il sistema d’allarme ha suonato a vuoto, spaventando per nulla i nostri famigliari, ma può anche provocare discussioni a non finire e malumori con i vicini di casa.

Come fare quindi? Meglio rinunciare a priori a mettere un antifurto, con il rischio che i ladri entrino in casa nostra senza che ce ne accorgiamo e ci derubino di contanti oppure di oggetti preziosi?

Non occorre adottare rimedi così drastici, anzi: la soluzione è più semplice di quello che si crede.

Pochi lo sanno, ma la maggior parte dei falsi allarmi antifurto è causata dal passaggio di animali, che avvicinandosi ai sensori esterni oppure giocandoci davanti fanno partire la sirena.

Per risolvere questo problema, una prima soluzione è quella di privilegiare un antifurto che sia dotato di sensori immuni agli animali: questi sensori, che sono molto sensibili alle vibrazioni che in genere si percepiscono nell’ambiente esterno, sono in grado di ignorare il passaggio di animali fino a taglie da 30 chili.

Un’altra causa frequente che fa scattare un falso allarme antifurto è il passaggio di una macchina oppure le condizioni atmosferiche.

In questo caso, un’idea potrebbe essere quella di utilizzare dei sensori a doppia tecnologia: questi sensori, a differenza di quelli tradizionali o meno all’avanguardia, sono dotati non solo di microonde, ma anche di infrarossi.

Sono meno sensibili e raramente generano dei falsi allarmi, ma occhio: hanno anche un grande svantaggio.

Per far sì che l’allarme scatti, questi sensori devono eseguire due controlli, quindi è altamente probabile che il ladro abbia tutto il tempo di intrufolarsi nella nostra casa e di agire indisturbato prima che l’antifurto inizi a suonare e avvisi anche la centralina della polizia.

Attenzione anche alle videocamere: se dotate di sensori non adeguatamente tarati, possono inviare l’allarme anche nel caso in cui davanti all’obiettivo passi un oggetto, come una palla che rotola se viviamo insieme a dei bambini, oppure il nostro animale domestico.

Possiamo stare abbastanza tranquilli se, invece dei sensori esterni, abbiamo installato degli antifurti magnetici alle finestre con sistema antisbandamento.

Questi allarmi, oltre a non generare rumori molesti per nulla, possono fornire una sicurezza in più rispetto a quelli classici perché, oltre ad essere praticamente invisibili agli occhi dei ladri, si attivano soltanto quando le imposte vengono allontanate con forza tra di loro.

In questo caso gli allarmi si generano soltanto perché ci si è scordati di disattivare l’antifurto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *