Combinatore telefonico: via cavo o GSM?

Combinatore telefonico: via cavo o GSM? 4.00/5 (80.00%) 6 voti

Salve,

sono Paola e sto per installare un antifurto casa. Ho già scelto sirena e sensori. L’ultima cosa che mi rimane da capire è se prendere un combinatore telefonico via cavo oppure uno gsm. Ho la linea fissa e non sarebbe un problema collegare la centrale al telefono con un cavo. Ma degli amici mi consigliano un combinatore gsm perché meno ingombrante e più affidabile. Devo seguire il loro consiglio? Voi che dite?

Mille grazie davvero

Ciao Paola e grazie a te! Comincio subito col dirti che entrambe le soluzioni hanno i loro punti di forza. Un combinatore via cavo non è esposto ai problemi di segnale di una sim gsm; ti basta collegare un cavo alla linea fissa e sei tranquilla, visto che la chiamata arriverebbe direttamente da lì. D’altra parte un combinatore gsm ha due vantaggi essenziali: non c’è bisogno del cavo e i malintenzionati non avrebbero modo di occupare la linea (cosa che invece potrebbero fare chiamando il numero di casa).

Come vedi i punti di forza di un sistema coincidono con i punti deboli dell’altro; se è vero infatti che un combinatore via cavo non è esposto a cadute di segnale come uno gsm, lo è altrettanto il fatto che quest’ultimo non può essere neutralizzato con una chiamata dai ladri: il numero della sim infatti lo conosceresti solo tu.

In conclusione, a guidarti nella scelta tra un combinatore telefonico via cavo e uno gsm devono essere le tue esigenze; entrambi i sistemi sono validi. Certo è che per la maggiore facilità di installazione e la comparsa sul mercato di nuove compagnie telefoniche che offrono tariffe sempre più convenienti, i combinatori gsm stanno lentamente sostituendo quelli via cavo.

Nella speranza di esserti stato utile, ti auguro una buona scelta.

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *