Antifurto casa e incentivi all’acquisto

Vota il post

incentiviAttualmente chi compra un sistema antifurto può usufruire di incentivi sottoforma di detrazioni fiscali del 50%. Questo provvedimento è preisto dalla Legge di Stabilità (n. 147 del 2013) che ha prorogato le agevolazioni sulle ristrutturazioni edilizie fino al 31 decembre 2014, mentre le ha modificate per gli anni 2015 e 2016, quando la detrazione scenderà rispettivamente al 40% e al 36%.

La detrazione fiscale delle spese sostenute per un antifurto corrisponde a uno “sconto fiscale” in sede di dichiarazione dei redditi, quindi dall’importo lordo da versare nelle casse dello Stato andrà detratto o sottratto il 50% della spesa sostenuta per l’acquisto del materiale, per l’installazione e per un’eventuale perizia tecnica.

Per cosa possiamo usufruire degli incentivi? Secondo la legge rientrano nella detrazione tutti gli apparecchi e gli interventi “che hanno lo scopo di prevenire il rischio di compimento di atti illeciti da parte di terzi” e quindi:

  • sistemi antifurto;
  • sistemi di videosorveglianza;
  • protezioni come cancelli, inferriate, vetri blindati, portoncini blindati;
  • videocitofoni;
  • ecc.

Ad usufruire degli incentivi sono i proprietari di un’abitazione, ma anche chi gode di usufrutto, gli affittuari, i parenti del proprietario fino al terzo grado.

Acquistare e installare un sistema antifurto non è mai stato così facile, tocca approfittarne!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *