Videosorveglianza perimetrale

Videosorveglianza perimetrale 4.42/5 (88.33%) 6 voti

Un sistema di videosorveglianza perimetrale permette di proteggere giardini, terrazze, balconi e zone esterne della casa da potenziali aggressioni. Uno dei lati positivi di questo sistema è che gli ospiti indesiderati vengono individuati prima che possano avere accesso all’edificio vero e proprio e in questo modo si evitano tentativi di effrazione o scasso alle porte e alle finestre, elementi spesso molto costosi da riparare. Un impianto di videosorveglianza perimetrale può risolvere il problema di proteggere la casa lasciando i residenti liberi di muoversi liberamente in casa senza timore di far scattare qualche sensore.

Un impianto di videosorveglianza perimetrale si può realizzare e montare in tutta autonomia, senza bisogno dell’intervento di installatori professionali. Il sistema non è invasivo, non richiede grandi lavori di realizzazione e non rovina l’estetica esterna della casa. Un impianto di videosorveglianza perimetrale si può realizzare con delle telecamere IP che coprano le zone d’interesse. Chi vive in appartamento potrà prevederne una per ogni balcone, posizionandola in modo da inquadrare bene la porta finestra, mentre chi deve proteggere il giardino dovrà sistemare le telecamere in modo da sorvegliare tutti gli accessi.

Le telecamere IP non richiedono cablaggi e si installano facilmente. Grazie al sistema wi-fi si possono connettere e configurare in pochi minuti grazie al router di casa. La qualità delle immagini delle telecamere IP è generalmente molto buona e la maggior parte dei modelli sono dotati di filtri IR-Cut. Questi ultimi permettono una visione ottimale sia di giorno, grazie alla luce naturale, che di notte, grazie alla visione ad infrarosso. Il filtro IR-Cut si attiva automaticamente e si disattiva al cambiamento delle condizioni di luce. In questo modo l’appartamento o la casa sono sempre protetti.

I costi di un impianto di videosorveglianza perimetrale variano molto in base alla tipologia di telecamere da installare e soprattutto al loro numero. Ovviamente maggiore è la superficie da coprire con la videosorveglianza e più saranno le videocamere da installare, per evitare di lasciare punti ciechi, ma anche la conformazione del giardino è importantissima. Uno spazio aperto anche ampio può essere coperto da una singola telecamera, infatti, mentre un piccolo giardino ingombro di barriere architettoniche ed elementi che impediscono la vista avrà bisogno di più videocamere per essere coperto in modo completo ed efficiente.

In caso di perimetri molto ampi da tenere sotto controllo è anche importante verificare quante telecamere è possibile collegare ad unico router. Potrebbe essere necessario dover installare un router dedicato unicamente alle telecamere, invece di usare la rete wi-fi domestica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *