La sicurezza di una centrale antifurto doppia frequenza

La sicurezza di una centrale antifurto doppia frequenza 4.20/5 (84.00%) 2 voti

Le centrali antifurto senza fili possono essere chiamate anche wireless o via radio; sul mercato è possibile trovare centrali antifurto doppia frequenza che usano canali molto vicini, ma della stessa banda, come ad esempio la 433 MHz, questo è possibile in quanto la banda è abbastanza grande per allocare più canali di trasmissione, ma in realtà un tale sistema è più soggetto al jamming, vale a dire all’oscuramento della frequenza attraverso una portante che impedisce alla centrale l’ascolto di un allarme proveniente da una periferica.

E’ vero che il jamming non è alla portata di tutti: ladri e detrattori dei sistemi via radio hanno bisogno di una minima capacità tecnica di trasmissione in radio frequenza e di un apparecchio abbastanza costoso. In più bisogna essere “fortunati”, in quanto c’è bisogno dell’orientamento del TX oltre al fatto che, se la centrale è dotata di funzione antimanomissione, alla saturazione della banda in ascolto, la centrale va in allarme manomissione.

In ogni caso meglio non rischiare e optare per una centrale antifurto doppia frequenza che trasmetta sulle frequenze 433 MHz e 868 MHz, l’unico vero investimento in fatto di sicurezza via radio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *