Come proteggere la casa e se stessi

Come proteggere la casa e se stessi 4.20/5 (84.00%) 4 voti

Buongiorno,

mi presento, sono Giovanna e ho sessanta anni, vivo sola e i miei figli vengono da me solo durante le feste. Non ho nessuno a cui rivolgermi per un parere su un sistema d’allarme che protegga il mio appartamento e me, quando sono all’interno. Forse devo specificare che la casa è al primo piano di una palazzina in periferia di Milano. Vorrei un consiglio.

Arrivederci

 

Salve Giovanna,

un sistema d’allarme può aiutarla a stare più tranquilla in casa, ma per poterle consigliare qualcosa di adatto, avrei bisogno di sapere quante sono gli ingressi possibili alla sua casa: oltre alla porta di ingresso, quante finestre e porte finestre ha? Ci sono balconi o terrazzi? Vuole essere protetta anche con le finestre aperte? Tutte queste domande sono necessarie per progettare un sistema d’allarme davvero valido ed affidabile, altrimenti rischierà di aver speso soldi inutilmente.
In ogni caso, posso dirle di orientarsi sui sistemi wireless che non hanno bisogno di predisposizione, il che le eviterà di far realizzare lunghi e costosi lavori nell’abitazione. Un sistema d’allarme wireless può essere montato anche in giornata e, se ben studiato, le permetterà di stare al sicuro sia di giorno che di notte.

  1. Signora insieme all’antifurto si faccia dare un telecomando salva la vita, in modo tale da poter chiedere soccorso per qualsiasi evenienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *